L’arte dell’abitare e del vivere le città

In occasione del Fuorisalone, Settimana del Design 2014, Milano ODD e Caffè-Scienza Milano hanno proposto nel quartiere Sarpi un seminario-laboratorio di riflessione, dibattito e immaginazione creativa su alcuni temi strategici dell’abitare la città in una situazione di cambiamento.

Il seminario si è articolato in tre moduli. Al mattino Daniele Balboni, Maurizio Paolillo e Antonio Longo hanno animato l’incontro “Arti e modelli dell’abitare“. Gli interventi sono disponibili su Caffè-Scienza Milano.

Nell’ambito del progetto di ricerca “Laboratorio di lettura e ascolto nell’area Sarpi/Sempione – Arco della Pace” a cura di Giuliana Chiaretti, Milano ODD, invece, propone qui di seguito i video-interventi di quanti hanno partecipato ai moduli pomeridiano e serale de “L’arte dell’abitare e del vivere le città”.

INVENTARSI L’ABITARE QUOTIDIANO NELLA CITTÁ. IN SARPI E ALTROVE
Diversi saperi ed esperienze dialogano e si interrogano intorno alla possibilità di “inventarsi il quotidiano”, nei luoghi dove si vive, si lavora, si abita. Quali le pratiche e le “arti” dell’abitare, come affrontare le difficoltà, dare forma alle potenzialità presenti negli spazi aperti del vivere collettivo? Quali le prospettive e le risorse? I saperi che si intrecciano sono quelli di chi ne fa oggetto di studio e di ricerca e i saperi accumulati da chi vive in prima persona la vita di un quartiere. Una narrazione comune per rappresentare differenti bisogni, aspirazioni e immaginare insieme idee progettuali e di intervento in un quartiere in cambiamento. Per ascoltare gli interventi clicca sui nomi dei relatori.

– DANIELE BALBONI, IGOR DALDASSO, DONATELLA CAPIRCHIO
Introduzione e salutiTime Code d’inizio a 00:00.

– GIULIANA CHIARETTI, sociologa, Università Ca’ Foscari Venezia, Associazione Milano ODD. Introduzione al temaTime Code d’inizio a 11:05.

•    Il senso e le finalità dell’iniziativa
•    La città invisibile. La città della vita quotidiana
•    Il fenomeno dell’urbanizzazione globale
•    Il diritto alla città
•    Vivere la città è vivere la cittadinanza
•    L’invenzione del quotidiano

GIANCARLO BRIGUGLIA, blogger, consulente tv, copywriter
La città, come se” – Time Code d’inizio a 38:58.

•    “Una discesa nel Maelström” Edgar Allan Poe
•    La città attraversata da decine di gorghi
•    Immaginare: strada maestra per sentire la città
•    La cura della città
•    Il senso di comunità
•    Conclusioni

PIER FRANCO LIONETTO, Associazione Vivi Sarpi
Spazio urbano come bene comune” Time Code d’inizio a 48:28.

•    L’associazione “Vivi Sarpi”
•    Spazio urbano come bene comune
•    La mercificazione e la finanziarizzazione della città
•    Bilanciamento tra interessi contrapposti
•    L’amministrazione come regia

LILIANA PADOVANI, architetto, esperta di studi urbani, Università IUAV di Venezia
Usi e riusi degli spazi urbani e qualità del vivere la cittàTime Code d’inizio a 00:00.

•    Come guardare all’area Sarpi e  dialogare con i cambiamenti
•    Come lavorare sulla dimensione di una piattaforma comune dove operatori diversi comunicano e interagiscono
•    Caratteristiche e specificità di Sarpi
•    Pratiche sperimentate in altri contesti: il caso di Vienna e di New York

 ELISABETTA PERO, Comunità di Sant’Egidio 
Immigrati e casa a Milano. Problemi e trasformazioni” – Time Code d’inizio a 14:52.

•    Il lavoro della Comunità di Sant’Egidio
•    L’immigrazione cinese: gli inizi del ‘900; gli anni ’90; il 2000: scomparsa dei laboratori e l’arrivo del commercio all’ingrosso
•    Oggi: il continuo cambiamento; i rientri e le stabilizzazioni
•    Gli immigrati nel mondo e in Italia
•    Il problema della casa

VINCENZO STRAMBIO, Associazione Sarpi Ciclabile
Mobilità e vivibilità nelle aree urbane: una proposta di isola ambientale nella zona Sarpi” – Time Code d’inizio a 43:19.

•    “Sarpi ciclabile”
•    Il quartiere e la presenza di un forte associazionismo
•    Il vivere urbano. Le potenzialità di Milano
•    La città veloce e il rallentare
•    Il progetto di Sarpi Ciclabile e Vivi Sarpi per un’isola ambientale

 

DISEGNA SARPI. COME PREFIGURARE POSSIBILI USI DELLO SPAZIO PUBBLICO
Spazio creativo attrezzato in modo essenziale: mappe tematiche del quartiere sulle quali appuntare pensieri, schizzi, idee, foto come sguardi di vita quotidiana dell’area. Accompagnato da esperti di politiche urbane e paesaggio urbano, dal racconto di esperienze come quella della gestione del giardino comunitario di via Montello e dell’insegnamento che l’associazione “Giardini in transito” ne ha tratto. A sperimentare l’avvio di un possibile percorso, una ricerca interattiva tesa a migliorare la qualità della vita quotidiana dell’area, a pensare come arricchirla di luoghi di socialità, di sosta, di riposo e d’incontro. A cura di Camilla Mancini e Liliana Padovani. Per ascoltare gli interventi clicca sui nomi dei relatori.

CAMILLA MANCINI
Introduzione al temaTime code d’inizio e di chiusura a 00:00 – 10:58

•    Come è organizzato l’incontro, le domande che vengono poste ai partecipanti.
•    Il senso di questo incontro limitato nel tempo e a conclusione di un’intera giornata di lavori è anche quello di mettere al lavoro una metodologia di interazioni.
•    I materiali predisposti: le due mappe e i loro contenuti – vedi il file Disegna Sarpi per immagini inedite e in maggiore definizione.

 mappa1-.jpg – mappa2-.jpg  –

♣ Nelle mappe sopra i luoghi preferiti, perché e per farne cosa.

– mappa3-.jpg– img/gruppofoto-.jpggruppofoto-.jpg –

♣ Nelle immagini sopra una mappatura dei piani terra: le zone meglio vissute e i retri, le potenzialità percettive o spazialmente vivibili. Come riappropriarsi dei piani terra.

MARCO SESSA, Associazione Giardini in transito
Giardini” – Time code d’inizio e di chiusura a 11:11 e 24:13.

•    Il processo di “formazione” di uno spazio verde, un giardino e il suo essere”vissuto” dai cittadini.
•    Il caso della gestione del giardino comunitario di Via Montello. Gestire Giardini

CAMILLA MANCINI
Gli altri spazi aperti nell’area Sarpi” – Time code d’inizio e di chiusura a 24:20 e 29:08

CAMILLA MANCINI
Spazi verdi, progetti realizzati e da realizzare” – Time code d’inizio e di chiusura a 29:08 e 40:00

•    Le potenzialità degli spazi verdi lungo Corso Sempione.
•    I due progetti realizzati nella parte compresa nella zona di decentramento 1.
•    L’assenza di azione nelle altre parti del Corso. Le ragioni, il problema dei parcheggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *